SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: ministero Petrolio, Egitto si prepara offrire 19 nuove concessioni nel Mediterraneo
 
 
Il Cairo, 20 set 17:15 - (Agenzia Nova) - L'Egitto è pronto a organizzare un nuovo round di offerte per l'esplorazione di petrolio e gas nel Mediterraneo durante l'anno fiscale in corso 2019/2020. Lo ha annunciato oggi il ministero del Petrolio egiziano in comunicato stampa. Il giro di offerte riguarderà 19 nuove concessioni nelle acque della Zona economica esclusiva egiziana. "Sono in corso i preparativi per offrire nuove aree nel Mediterraneo in una nuova gara mondiale nel corso dell'anno fiscale in corso 2019/2020", ha affermato Osama al Baqli, presidente di Egas, durante l'assemblea generale dell'azienda. "La demarcazione di quattro aree nella parte orientale della Zee egiziana e altre 15 aree nella parte occidentale per un totale di 19", ha indicato Al Baqli, precisando che sono già state completate le procedure per 11 concessioni. Oltre al giro di offerte pianificato, al Baqli ha annunciato che "7 accordi per la ricerca di petrolio e gas, come parte dell'ultimo giro di offerte di febbraio, dovrebbero essere finalizzati nell'ultimo trimestre del 2019 con un investimento minimo fino pari 712 milioni di dollari e la perforazione di 23 pozzi esplorativi. "Lo sviluppo delle attività e dei campi a monte ha portato a 15 nuove scoperte di gas, cinque delle quali nel Mediterraneo e altre 10 nel deserto occidentale, oltre a 7 progetti di sviluppo di campi che hanno aggiunto durante tutto l'anno 1,3 miliardi di piedi cubi al giorno e 2.155 barili di condensati al giorno , aumentando l'autosufficienza che è stata raggiunta a settembre 2019 e la produzione del paese del 21 per cento", ha continuato Al Baqli, aggiungendo che" la produzione di gas continuerà ad aumentare nel corso dell'esercizio 2019/2020". Infine Al Baqli ha osservato che "l'investimento in progetti di sviluppo di campi ha raggiunto quota 10,6 miliardi di dollari”. Il responsabile di Egas ha sottolineato che tale cifra include gli investimenti delle le fasi di sviluppo del giacimento di gas supergigante Eni Zohr, la seconda fase di sviluppo di North Alexandria e West Nile Delta, lo sviluppo rapido della Fase 9B del West Delta Deep Marine (Wddm), la seconda fase di sviluppo del gasdotto per trasferire il gas da Nooros al terminal di al Gamil a Port Said. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..