SIRIA
 
Siria: Erdogan, Turchia volgerà attenzione a est dell’Eufrate
 
 
Ankara, 26 ott 2018 13:47 - (Agenzia Nova) - La Turchia volgerà la propria attenzione e impiegherà le proprie energie a est dell’Eufrate, nel nord della Siria. Lo ha dichiarato il presidente Recep Tayyip Erdogan nel corso di un incontro con gli esponenti del suo Partito giustizia e sviluppo (Akp) nella provincia di Ankara. “La Turchia viene minacciata dai terroristi a est dell’Eufrate, e noi non consentiamo a nessuno di minacciarci a pochi chilometri dai nostri confini”, ha affermato Erdogan. Il riferimento è ai miliziani curdi delle Unità di protezione dei popolo (Ypg), che Ankara considera un’organizzazione terroristica legata al Partito curdo dei lavoratori (Pkk). Quanto all’accordo siglato con la Russia il 17 settembre scorso per la creazione di una zona demilitarizzata nella provincia di Idlib, nel nord-ovest della Siria, il presidente turco ha dichiarato che finora “non vi sono stati problemi”. “Nella regione adesso c’è pace”, ha aggiunto Erdogan, nonostante ieri gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede a Londra, abbiano denunciato ripetute violazioni dell’intesa di Sochi. Quest’ultima prevede il ritiro delle armi pesanti e dei gruppi ribelli “radicali” dalla zona demilitarizzata.
(Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..