AMERICA LATINA
Mostra l'articolo per intero...
 
America Latina: governo cileno, attivazione Tiar su Venezuela non è appoggio a intervento armato (5)
 
 
Santiago del Cile, 12 set 21:54 - (Agenzia Nova) - Il testo prevede che l'aggressione verso uno dei 18 stati americani aderenti venga considerato un attacco contro tutti i paesi membri. Ognuno dei contraenti "si impegna ad aiutare a far fronte all'attacco" che rende "imminente" il diritto alla "legittima difesa individuale o collettiva che riconosce l'Articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite". L'applicazione degli strumenti del Tiar è stata sollecitata non meno di venti volte negli anni '50 e '60, ma congelata nei fatti dalla Guerra fredda che imponeva di non creare squilibri mondiali in crisi come quella di Cuba o nella guerra tra Honduras ed El Salvador del 1969. Nel caso della guerra delle Falkland, 1982, gli Usa ritennero di dare priorità agli obblighi stabiliti dal trattato istitutivo della Nato, prestando assistenza al Regno Unito. Nell'occasione, tanto gli Stati Uniti - quanto il Cile e la Colombia - ricordarono che il senso del trattato era meramente difensivo e gli effetti erano attenuati dal fatto che il conflitto era stato scatenato da Buenos Aires. Il depotenziamento del testo portò all'abbandono da parte del Messico prima (2002) e da Bolivia, Ecuador, Nicaragua e Venezuela nel 2012. (segue) (Abu)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..