CUBA
 
Cuba: diplomatici espulsi dagli Usa rientrati nel paese
 
 
L'Avana, 22 set 15:48 - (Agenzia Nova) - Sono rientrati a Cuba i diplomatici della missione permanente cubana presso le Nazioni Unite espulsi dagli Stati Uniti per presunto traffico di influenze ai danni di Washington. Lo ha confermato sul suo account Twitter il presidente cubano Miguel Diaz-Canel Bermudez. “Sono arrivati a Cuba i diplomatici cubani ingiustamente espulsi dal governo degli Stati Uniti”, ha scritto il capo dello stato. Questa settimana il Dipartimento di stato Usa ha notificato al ministero degli Esteri cubano l’espulsione dal paese di due membri della missione cubana permanente presso le Nazioni Unite. Il provvedimento, si legge in un comunicato, è stato preso per “i loro tentativi di condurre azioni di influenza contro gli Stati Uniti”. In aggiunta, prosegue la nota, gli spostamenti negli Usa di tutti i membri della missione cubana presso l’Onu, saranno essenzialmente ristretti all’isola di Manhattan.

Il governo cubano ha definito “ingiustificata” la decisione. “Respingo categoricamente l’espulsione ingiustificata di due funzionari della missione permanente di Cuba presso le Nazioni Unite e le restrizioni di movimento imposte ai nostri diplomatici e le loro famiglie. L’accusa rivolta nei loro confronti di svolgere attività incompatibili con il loro status diplomatico è una volgare calunnia”, ha scritto il ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez, sul suo account Twitter. L’obiettivo della misura, ha aggiunto il ministro, “è provocare una escalation diplomatica che potrebbe portare alla chiusura delle rispettive ambasciate, al fine di rafforzare ulteriormente il blocco (su Cuba) e creare tensioni tra i due paesi”. (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..