UE
Mostra l'articolo per intero...
 
Ue: Zanni (Lega) al "Corriere della Sera" su nomina von der Leyen, ha criticato i conti e ha parole di sinistra, dovevamo bocciarla
 
 
Roma, 18 lug 2019 09:44 - (Agenzia Nova) - Il nostro no alla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen non avrà impatto su Roma: il lavoro della Lega procede a prescindere da quello che facciamo in Europa. Il problema è del M5S quando a ottobre dovrà giustificare il sostegno a una Commissione che magari contesterà la nostra Legge di Bilancio. Lo ha detto in una intervista al "Corriere della Sera" Marco Zanni, che è l'uomo di punta del Carroccio in Europa, presidente del neonato gruppo 'Identità e democrazia', che riunisce i sovranisti del Ressemblement National e l'estrema destra di Alternative für Deutschland. Il M5S accusa la Lega di non avere rispettato i patti presi dal premier Conte al Consiglio Ue. "Consideriamo il Parlamento Ue e il Consiglio due istituzioni distinte che cooperano. Von der Leyen non ci ha dato abbastanza garanzie sul programma. Non abbiamo sconfessato alcun accordo". "Non abbiamo cambiato idea, - continua - abbiamo dichiarato di essere aperti alla discussione, mai detto che avremmo votato si. Ci ha cercato von der Leyen, non abbiamo fatto negoziati su poltrone. Anche il Ppe ci ha cercato". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..