EMIRATI-INDIA
 
Emirati-India: conclusa visita Modi, “eccellente incontro col principe Mohammed”
 
 
Abu Dhabi, 24 ago 15:29 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro dell’India, Narendra Modi, ha concluso la visita negli Emirati Arabi Uniti, dove era giunto ieri, ed è arrivato in Bahrein. “Ho avuto un eccellente incontro con sua altezza il principe della corona Mohammed bin Zayed al Nahyan. Abbiamo parlato di molteplici temi, tra i quali le modalità per migliorare il commercio e le relazioni tra i popoli di India ed Emirati Arabi Uniti”, ha commentato il premier indiano via Twitter. Il capo del governo di Nuova Delhi è stato insignito della più alta onorificenza civile emiratina, l’Ordine di Zayed, intitolata a Zayed bin Sultan al Nahyan, fondatore degli Emirati, “in segno di riconoscimento del suo ruolo nella promozione dell’amicizia e della cooperazione”, come ha scritto il principe Mohammed sullo stesso social network. I due leader hanno assistito al lancio di un francobollo commemorativo per il 150mo anniversario della nascita del Mahatma Gandhi, padre della nazione indiana.

Modi, inoltre, ha lanciato la carta indiana RuPay per le transazioni senza contanti all’estero: è stato il primo cliente a utilizzarla per un acquisto nel paese del Golfo Persico, comprando una confezione di dolci nell’esclusivo albergo Emirates Palace. L’ambasciatore indiano negli Emirati, Navdeep Suri, ha spiegato che il servizio sarà disponibile con effetto immediato attraverso centomila terminali. Le banche First Abu Dhabi Bank, Emirates Nbd e Bank of Baroda emetteranno la carta. La RuPay (il cui nome unisce le sillabe iniziali delle parole inglesi “rupia” e “pagamento”) è sul mercato da quattro anni e conta 500 milioni di utenti in India, ma è ancora poco conosciuta fuori dal paese.

Ieri sera Modi ha incontrato una rappresentanza di imprenditori indiani, ai quali ha detto di considerare gli Emirati “un partner prezioso” per conseguire l’obiettivo di un prodotto interno lordo di cinquemila miliardi di dollari. Il primo ministro indiano ha parlato diffusamente della relazione bilaterale anche in un’intervista rilasciata al quotidiano “Khaleej Times”, pubblicata oggi, sottolineando che negli ultimi quattro anni c’è stata un’evoluzione da un rapporto acquirente-venditore a un partenariato strategico globale. Modi ha attribuito la crescita delle relazioni anche all’ottimo rapporto personale con Mohamed bin Zayed Al Nahyan: “Io e il principe ereditario ci consideriamo fratelli”, ha detto.  

Modi ha ricordato anche gli Emirati sono il terzo partner commerciale e il quarto fornitore di greggio dell’India e ha definito “un punto di svolta” l’impegno di Abu Dhabi di investire 75 miliardi di dollari in India. “Non sorprende che gli Emirati Arabi Uniti siano il primo paese straniero a partecipare alle riserve petrolifere strategiche e al progetto di raffineria greenfield in India. Allo stesso modo, anche l’India sta partecipando a progetti nel giacimento di Lower Zakhum e recentemente ha ottenuto il cento per cento dei diritti di esplorazione nel Blocco 1 di Abu Dhabi”, ha sottolineato. Il premier dell’India si è poi soffermato sulle riforme varate dal proprio governo, ribadendo l’apertura agli investimenti e assicurando che “i fondamentali dell’economia indiana sono solidi”

Il leader indiano, infine, haespresso il suo apprezzamento per la posizione della leadership emiratina contro il terrorismo e l’estremismo. “Sia l’India che gli Emirati Arabi Uniti hanno un interesse comune nel garantire che le forze anti-umanità che fiancheggiano o promuovono il terrorismo in qualche modo siano costrette a rinunciare alle loro politiche distruttive. Gli Emirati Arabi Uniti hanno dimostrato piena comprensione per le misure forti che abbiamo preso contro il terrorismo. Abbiamo una cooperazione esemplare per garantire la sicurezza reciproca”, ha affermato Modi, apprezzando anche la comprensione dimostrata dal partner in occasione della recente revoca dello statuto speciale allo Stato indiano di Jammu e Kashmir. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..