IMMIGRAZIONE
Mostra l'articolo per intero...
 
Immigrazione: ministro Interno spagnolo Grande-Marlaska a "La Stampa", retorica dei porti chiusi non può trasformarsi in quella dei porti aperti
 
 
Roma, 20 set 10:07 - (Agenzia Nova) - La nuova era del Viminale si nota anche dall'arrivo degli ospiti. Ieri è stato il turno di Fernando Grande-Marlaska, ministro dell'Interno spagnolo. L'ex magistrato, impegnato per anni nella lotta all'Eta, oggi membro del governo socialista, ha incontrato la ministra Luciana Lamorgese, per parlare di immigrazione, chiudendo la stagione della diffidenza reciproca, sorta dalla vicenda dell'Aquarius: "Spagna e Italia devono cooperare di più sull'immigrazione", dice in una intervista a "La Stampa", il ministro, che in 14 mesi praticamente non ha mai incontrato Salvini. "C'era molta meno sintonia di quella che trovo ora per questo nuovo governo". Che differenza nota? "Ne direi subito una: Luciana Lamorgese è una persona competente, conosce perfettamente questi temi". Poi spiega qual è la linea spagnola. "Coniugare i principi dell'umanità e il rispetto delle regole". In Italia è diffuso un sentimento di abbandono: i Paesi Ue vengono accusati di scarsa solidarietà. "Serve più solidarietà nella distribuzione dei migranti, con La nostra linea è coniugare umanità e sicurezza Con Salvini c'era meno sintonia il sistema delle quote. Bisogna avere la consapevolezza che i confini di Italia, Spagna e Grecia sono confini europei". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..