BANGLADESH
Mostra l'articolo per intero...
 
Bangladesh: dubbi in merito ai nuovi tentativi di rimpatrio dei rohingya (2)
 
 
Dacca, 22 ago 07:01 - (Agenzia Nova) - Wai Wai Nu, attivista rohingya incarcerata in passato dalle autorità birmane, ha accolto favorevolmente la decisione del governo Usa di imporre sanzioni ai vertici militari del Myanmar, in risposta alle violenze ai danni della minoranza musulmana nello Stato di Rakhine. L’attivista, che ha preso parte il mese scorso a un incontro di alto livello della libertà religiosa organizzato dal dipartimento di Stati Usa, ha affermato che le sanzioni Usa sono cruciali per fare giustizia di una “impunità durata decenni”. “Molti di noi a Myanmar accogliamo positivamente questa decisione del dipartimento di Stato. Riteniamo però si tratti di un primo passo, e speriamo di assistere ad altre misure più concrete ed efficaci in futuro”, ha dichiarato l’attivista. “L’unico modo per andare avanti, credo, è di porre i responsabili di fronte alle loro responsabilità, e abolire la discriminazione etnica e religiosa istituzionalizzata ai danni delle minoranza etniche”, ha aggiunto Wai Wai Nu, che negli scorsi anni ha fondato due gruppi per la promozione dell’armonia inter-etnica e dei diritti delle donne nel Myanmar. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..