SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: India, ministro Singh, più ricerca e sviluppo per raggiungere autosufficienza
 
 
Nuova Delhi, 20 set 15:45 - (Agenzia Nova) - Il ministro della Difesa dell’India, Rajnath Singh, si è recato ieri a Bangalore, nello Stato del Karnataka, per inaugurare la settima edizione del Conclave degli ingegneri e visitare il Centro per i sistemi di aerotrasporto dell’Organizzazione per la ricerca e lo sviluppo della difesa (Drdo), dove sono esposti i prodotti usciti dai vari laboratori nazionali. Inoltre, dalla pista di Hindustan Aeronautics Limited (Hal) è salito a bordo di un caccia multiruolo Tejas Light Combat Aircraft (Lca) per un volo di trenta minuti. Lo riferisce un comunicato del suo dicastero. Aprendo il forum degli ingegneri, incentrato quest’anno su due temi, “Innovazione e tecnologia per la difesa” e “La trasformazione dell’India rurale con le tecnologie digitali”, Singh ha osservato che l’India ha bisogno di più ricerca e sviluppo, innovazione e tecnologie all’avanguardia per diventare autosufficiente nella produzione della difesa e che in passato l’industria della difesa indiana non ha sfruttato pienamente il suo potenziale. In particolare, il ministro della Difesa ha sottolineato l’importanza dell’intelligenza artificiale, ricordando che il governo ha preparato una tabella di marcia per applicarla nel settore: il piano prevede lo sviluppo di 25 prodotti entro il 2024. Singh ha poi elencato una serie di altre iniziative lanciate dall’esecutivo, come l’Innovation for Defense Excellence (Idex), il cui obiettivo è promuovere l’innovazione e lo sviluppo tecnologico coinvolgendo le micro, piccole e medie imprese, le start-up, singoli innovatori e istituti. Il coinvolgimento delle nuove imprese e di quelle di ridotte dimensioni riguarda anche il programma “Make in India”, volto a sostenere la produzione manifatturiera nazionale, che ha nel comparto della difesa il suo filone principale. Per il ministro Singh la difesa è il settore chiamato a dare il contributo decisivo alla crescita dell’economia, con l’obiettivo di arrivare a un prodotto interno lordo di cinquemila miliardi di dollari entro il 2024 e di diecimila miliardi di dollari entro il 2030. Il governo guidato da Narendra Modi punta a portare il fatturato dei beni e servizi aerospaziali a 26 miliardi di dollari entro il 2025, creando fra i due e i tre milioni di posti di lavoro. A tale scopo sono state varate diverse riforme, per semplificare le procedure per le esportazioni, gli appalti, le concessioni e le compensazioni e per incrementare gli investimenti esteri diretti anche in questo settore strategico. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..