SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: India, governo punta a un’industria della difesa da 26 miliardi di dollari entro il 2025
 
 
Nuova Delhi, 18 set 16:00 - (Agenzia Nova) - Il ministro della Difesa dell’India, Rajnath Singh, intervenendo ieri alla riunione annuale dell’Associazione dei produttori indiani della difesa (Sidm), a Nuova Delhi, ha dichiarato che il governo sta lavorando affinché l’industria raggiunga entro il 2025 un valore di 26 miliardi di dollari e ha sottolineato l’importanza del settore per l’economia nazionale, che punta al traguardo dei cinquemila miliardi di dollari entro il 2024. L’esponente dell’esecutivo guidato da Narendra Modi ha ricordato che il comparto della difesa è stato identificato tra i più importanti nell’ambito dell’iniziativa “Make in India”, volta a sostenere la produzione manifatturiera nazionale, e ha ribadito la volontà dell’esecutivo di ridurre la dipendenza dalle importazioni di armi e di rendere il paese un esportatore. Singh ha assicurato che saranno prese tutte le misure necessarie per conseguire gli obiettivi. Per arrivare a un’industria della difesa da 26 miliardi di dollari, saranno investiti dieci miliardi di dollari in beni e servizi entro il 2025, un investimento che creerà occupazione per due-tre milioni di persone. Il ministro ha poi ricordato che negli ultimi cinque anni sono state varate riforme che hanno toccato “quasi tutti gli aspetti della produzione e degli appalti della difesa”, per creare “un ecosistema in cui i settori privato e pubblico contribuiscono insieme secondo le rispettive forze ed esperienze”. In particolare l’esponente del governo ha citato la semplificazione delle procedure per le esportazioni: nel 2018-19 l’export della difesa ha totalizzato ‭107,45‬ miliardi di rupie (1,35 miliardi di euro circa), quasi sette volte di più rispetto al 2016-17; l’obiettivo per il 2024 è cinque miliardi di dollari. Per Singh l’India è “una grande base industriale della difesa”, con nove compagnie pubbliche – Hindustan Aeronautics Limited (Hal), Bharat Electronics Limited (Bel), Bharat Dynamics Limited (Bdl), Beml Limited, Mishra Dhatu Nigam Limited (Midhani), Mazagon Dock Shipbuilders Limited (Mdl), Garden Reach Shipbulders and Engineers Limited (Grse), Goa Shipyard Limited (Gsl) e Hindustan Shipyard Limited (Hsl) – e 41 fabbriche che operano sotto il controllo dell’Ordnance Factory Board (Ofb), consiglio che fa capo al ministero della Difesa; 50 laboratori di ricerca e sviluppo; 70 aziende private con licenza e una forza lavoro di 170 mila persone. Nel settore operano attualmente circa ottomila micro, piccole e medie imprese. Il titolare della Difesa ha evidenziato che l’iter per la concessione delle licenze è stato semplificato, così come quello delle compensazioni; che il limite per gli investimenti esteri diretti è stato innalzato e che sono stati istituiti due corridoi industriali della difesa: uno nello Stato del Tamil Nadu e l’altro nell’Uttar Pradesh. Nell’ambito di “Make in India”, ha proseguito Singh, sono state approvate in linea di massima 40 proposte di sviluppo industriale settoriale; nei prossimi cinque anni dovrebbero essere realizzati otto progetti per un valore complessivo di ‭20 miliardi di rupie (oltre 252 milioni di euro); a marzo risultavano emesse 440 licenze. Il ministro ha posto l’attenzione sulla revisione della procedura di appalto, con l’inserimento di una nuova categoria chiamata “Buy Indian” (“Compra indiano”), per promuovere la progettazione e lo sviluppo interni, e del modello della partnership strategica. Per quanto riguarda la promozione dell’innovazione, Singh ha menzionato le iniziative Innovation for Defense Excellence (Idex) e Start-up Challenges (Disc), dalle quali sono emersi 44 vincitori per 14 progetti. Una frontiera prioritaria è quella dell’intelligenza artificiale: il piano del governo prevede lo sviluppo di 25 prodotti entro il 2024. Infine, è allo studio una nuova politica sull’uso dei brevetti dell’Organizzazione per la ricerca e lo sviluppo nella difesa (Drdo) da parte dell’industria. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..