SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: fonti Mosca, difesa aerea saudita “inadatta” a bersagli di piccolo calibro
 
 
Mosca, 20 set 15:00 - (Agenzia Nova) - I sistemi di difesa aerea fabbricati negli Stati Uniti e in dotazione all'Arabia Saudita non sono stati in grado di respingere l’attacco contro le infrastrutture petrolifere dalla compagnia Aramco “a causa di incoerenze con le caratteristiche dichiarate”. Lo ha dichiarato una fonte del ministero della Difesa russo all’agenzia di stampa “Tass”. Il confine settentrionale dell'Arabia Saudita, spiega l’agenzia di Mosca, è attualmente protetto da 88 lanciatori di Patriot, dei quali 36 in versione PAC-2 e 52 in versione PAC-3. Le coste del regno nel Golfo Persico sono protette da tre cacciatorpediniere della Marina degli Stati Uniti con sistemi di difesa antimissile Aegis armati con 100 missili SM-2, riferiscono ancora le fonti militari dell'agenzia "Tass". I sistemi missilistici antiaerei Patriot e Aegis, conclude l’articolo, non sarebbero efficaci nell'abbattimento di piccoli bersagli aerei. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..