SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: ministro russo Novak, proposto a partner proroga contratto per transito gas in Ucraina
 
 
Mosca, 20 set 14:15 - (Agenzia Nova) - La Russia ha proposto di prorogare temporaneamente il contratto esistente per il transito del gas attraverso l'Ucraina, poiché non vi sono garanzie per l'attuazione tempestiva della legislazione dell'Unione europea nel paese. Lo ha detto il ministro dell'Energia russo, Aleksander Novak al termine del terzo round dei colloqui trilaterali fra la Russia e l'Ucraina mediati dall'Unione europea sul transito del gas, ieri a Bruxelles. Secondo Novak, la Russia è pronta per l'estensione per qualsiasi periodo necessario. “Oggi, nel quadro delle consultazioni, abbiamo anche delineato i rischi che la parte russa vede in termini di adozione di leggi, regolamenti (per l'attuazione delle norme Ue) pertinenti, certificazione dell'operatore, poiché la certificazione deve essere condotta da un ente europeo di certificazione. Su questo, ovviamente, non ci sono garanzie che ciò sarà fatto in modo tempestivo entro il primo gennaio 2020 ", ha detto Novak. "Pertanto, abbiamo proposto ai nostri partner e colleghi - se ciò non avvenisse prima del primo gennaio 2020, saremo in grado di offrire ai partner l'estensione del contratto esistente o la firma di un accordo aggiuntivo fino a quando l'intero quadro normativo e la legislazione dell'Ucraina non saranno realmente pronti", ha aggiunto il ministro russo. Novak ha anche sottolineato che la Russia fornirà gas all'Europa nel 2020 nelle quantità previste dagli accordi contrattuali. "Voglio sottolineare ancora una volta il punto importante che ai consumatori europei saranno forniti i volumi necessari (di gas) in conformità con i termini contrattuali. Siamo pronti a utilizzare il sistema di trasporto del gas ucraino in termini economicamente appropriati in conformità con con la legislazione che sarà applicabile in Ucraina", ha affermato il ministro. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..