SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: ambasciatore Terracciano, centrale eolica di Murmansk frutto fiducia di Enel in mercato russo
 
 
Murmansk, 20 set 14:00 - (Agenzia Nova) - L'avvio della costruzione da parte di Enel Russia della centrale eolica di Kolskaja, a Murmansk, rappresenta un nuovo atto di fiducia della società italiana nel mercato russo e un esempio per quelle società che vogliano seguire il grande investitore italiano nella regione. Lo ha dichiarato l'ambasciatore italiano nella Federazione Russa, Pasquale Terracciano, nel corso della cerimonia di posa della prima pietra dell'impianto eolico. "Siamo oggi qui grazie alla fiducia della società italiana Enel nel mercato russo. È il risultato dell'ottima collaborazione tra la parte italiane e l'amministrazione regionale di Murmansk. Ciò può rappresentare un incentivo per le eventuali società che volessero investire", ha dichiarato il diplomatico italiano. Secondo Terracciano, l’Italia si dimostra "in prima linea" nel processo di transizione verso fonti rinnovabili di energia. "La quota di rinnovabili in Italia è al 40 per cento ed Enel gioca un ruolo importante. Sono certo che l'azienda italiana fornirà un aiuto altrettanto valido a Murmansk, non solo dal punto di vista della generazione elettrica, ma anche dal punto di vista economico e per quanto concerne la creazione di nuovi posti di lavoro", ha aggiunto Terracciano. A sua volta il direttore generale di Enel Russia, Carlo Palasciano Villamagna, ha ricordato che Enel è il principale investitore italiano in Russia. La società italiana ha già investito 20,5 miliardi di euro nella modernizzazione degli impianti di generazione esistenti. "E' l'inizio di una nuova epoca. Nel 2017 abbiamo ricevuto il permesso di costruire un parco eolico a Murmansk. L'esperienza di Enel Green Power le ha permesso di ottenere questo progetto", ha dichiarato Palasciano, precisando che la regione, sviluppata dal punto di vista industriale, presenta una domanda sostenuta. Al finanziamento del progetto, ha ricordato il direttore generale della sussidiaria russa, parteciperà anche la banca statale Sberbank. I lavori, nelle diverse fasi, rispetteranno i requisiti di legge e tutela ambientale. Il governatore, Andrej Chibis, ha accolto con favore la decisione di Enel di impegnarsi nella produzione di energia nelle regione, apportando know how, oltre che capitali. "Siamo felici che Enel, compagnia leader nel settore, diventi partner della regione di Murmansk", ha dichiarato il governatore, nel corso della cerimonia. La società porterà innovazione e lavoro, ha aggiunto Chibis, sottolineando che nella regione si dimostra possibile il connubio tra natura e tecnologia. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..