BULGARIA-RUSSIA
 
Bulgaria-Russia: premier Borisov conferma visita Putin nel 2020
 
 
Sofia, 20 set 13:01 - (Agenzia Nova) - La visita del presidente russo, Vladimir Putin, in Bulgaria in occasione delle celebrazioni del 140mo anniversario delle relazioni diplomatiche tra i due paesi, “è in fase di preparazione”. Lo ha confermato il primo ministro bulgaro, Bojko Borisov, parlando in parlamento, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa “Bgnes”. Il premier ha aggiunto che la Bulgaria è impegnata “con forza” per sviluppare le relazioni con la Russia. Borisov ha sottolineato che le società bulgare dovrebbero essere incoraggiate a sviluppare partnership con quelle russe. La prova dei buoni rapporti tra Sofia e Mosca, ha chiarito il capo di governo, è dettata dal fatto il caso di spionaggio scoppiato lo scorso 9 settembre con l'arresto del presidente del movimento Russofili non sarà tra gli argomenti del dialogo bilaterale.

Rapporti che sembrano distendersi anche grazie al contratto firmato mercoledì tra l'operatore bulgaro della rete di gas, Bulgartransgaz, con il consorzio saudita Arkad per la consegna dei materiali, per il design dell'investimento e per lo sviluppo dell'interconnettore per il gas dal confine turco-bulgaro a quello bulgaro-serbo. Questo progetto permette alla Bulgaria di allacciarsi al gasdotto Turkish Stream, che attraverso il territorio bulgaro arriverà poi fino alla Serbia. Il contratto è stato siglato nella sede del consiglio dei ministri di Sofia, alla presenza del primo ministro bulgaro Bojko Borisov, del ministro dell'Energia Temenuzhka Petkova, del ministro dell'Industria e del Commercio russo Denis Manturov e dell'ambasciatore saudita in Bulgaria, Mesfer al Ghasi.

La firma del contratto è stata possibile dopo che nei giorni scorsi la suprema Corte amministrativa bulgara ha archiviato una causa intentata contro una decisione dell'Autorità di regolamentazione della concorrenza relativa alla selezione dell'appaltatore per la costruzione dell'estensione in Bulgaria del gasdotto Turkish Stream, ovvero il consorzio Arkad. L'Ad di Bulgartransgaz, Vladimir Malinov, ha evidenziato che la firma del contratto segna "l'inizio di una cooperazione di importanza eccezionale con l'Arabia Saudita, che assicurerà le forniture di gas naturale alla Bulgaria, ai Balcani e all'Europa". Il contratto, ha spiegato Malinov, ha un valore di 1,1 miliardi di dollari e deve essere attuato entro 615 dalla firma avvenuta oggi. Il premier bulgaro Borisov ha elogiato i vantaggi del cosiddetto Balkan Stream, "che permetterà alla Bulgaria di rimanere sulla mappa europea del gas naturale". (Bus)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..