LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: l’Italia sostiene Tripoli senza rinunciare al dialogo con la Cirenaica (4)
 
 
Roma, 18 set 16:18 - (Agenzia Nova) - Il governo di Tripoli, da parte sua, prosegue nel solco della linea adottata mesi fa: nessun dialogo con “l’aggressore” Haftar e prosecuzione delle operazioni militari fino al ripristino dello “status quo ante”. Almeno questo è quanto riferito dal Consiglio presidenziale libico in una nota ufficiale diffusa dopo l’incontro di Palazzo Chigi. Sarraj "ha espresso il proprio apprezzamento per il rifiuto dell’Italia dell’aggressione su Tripoli", si legge sulla pagina Facebook in arabo dell'esecutivo libico. Sarraj ha ribadito che “l’aggressore”, cioè Haftar, "non è più un partner del dialogo politico". Il premier di Tripoli ha sottolineato, inoltre, la volontà di sconfiggere l’Lna e di porre fine alla militarizzazione della Libia. Fonti di Palazzo Chigi riferiscono che Conte ha invitato Sarraj a fare uno sforzo importante per contrastare le frange estremiste annidate tra le milizie. Un sollecito che sarebbe già stato fatto in altre occasioni, precisano le stesse fonti: "L’Italia - spiegano da Palazzo Chigi - ritiene che non vi possa essere alcuna soluzione militare e che la soluzione politica sia l’unica davvero sostenibile. Con questo obiettivo abbiamo ripetutamente esortato tutte le parti in causa ad invertire la spirale di violenza e adoperarsi in buona fede per un cessate il fuoco duraturo". (segue) (Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..