IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: ministro Esteri convoca incaricato d’affari degli Stati Uniti (3)
 
 
Baghdad, 23 ago 19:35 - (Agenzia Nova) - Secondo il quotidiano "The New York Times", che cita fonti di intelligence mediorientali e statunitensi, ci sarebbe la mano di Israele dietro il recente raid aereo che in Iraq ha colpito obiettivi legati alle Unità di mobilitazione popolare. Le strutture colpite, secondo le fonti, venivano utilizzate dall'Iran per far giungere armi in Siria. Il riferimento è all'attacco aereo condotto il 19 luglio contro una base militare a nord di Baghdad. L'incursione, che potrebbe costituire il primo bombardamento israeliano in Iraq dal 1981, rappresenta un'espansione della campagna militare che Israele conduce contro obiettivi iraniani in nella regione. I raid dello Stato ebraico in Siria, a danno di depositi e infrastrutture legate all'Iran e alle milizie locali filo-Teheran, sono una costante almeno dal 2017. Un coinvolgimento dell'Iraq in questo tipo di operazioni sarebbe, invece, una novità. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..