INDIA
Mostra l'articolo per intero...
 
India: ministro Interno Shah fa appello per l’apprendimento dell’hindi come seconda lingua (3)
 
 
Nuova Delhi, 18 set 16:42 - (Agenzia Nova) - Tra i partiti di minoranza, il Congresso nazionale indiano (Inc), per voce del suo ex presidente Rahul Gandhi, ha difeso il plurilinguismo dell’India, respingendo l’idea che possa essere un fattore di debolezza. Il Partito comunista marxista (Cpim) ha contestato come contraria allo spirito della Costituzione l’idea che l’hindi debba essere considerato lingua nazionale. M. K. Stalin, presidente del partito dravidico Dravida Munnetra Kazhagam (Dmk), ha chiesto che Shah ritratti le sue affermazioni. L’India ha 22 lingue riconosciute come ufficiali dalla Costituzione (Allegato 8): assamese, bengalese, bodo, dogri, gujarati, hindi, kannada, kashmiro, konkani, maithili, malayalam, manipuri, marathi, nepalese, oriya, punjabi, sanscrito, santali, sindhi, tamil, telugu, urdu. La legge Official Languages Act del 1963 stabilisce che le lingue ufficiali del governo e del parlamento sono l’hindi e l’inglese. Secondo il censimento del 2011, 528 milioni di persone, ovvero il 43,63 per cento della popolazione, hanno dichiarato l’hindi come loro madrelingua. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..