SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Bulgaria, chiusa disputa legale su appalto per costruzione sezione Turkish Stream
 
 
Sofia, 17 set 14:45 - (Agenzia Nova) - La Corte suprema amministrativa bulgara ha archiviato una causa intentata contro una decisione dell'Autorità di regolamentazione della concorrenza relativa alla selezione di un appaltatore per la costruzione dell'estensione in Bulgaria del gasdotto Turkish Stream. La Corte, che esercita il controllo supremo dell'attuazione precisa e uniforme delle leggi nel campo della giustizia amministrativa, ha affermato che la sua decisione è stata motivata dalla mancanza di volontà di appellarsi alla decisione del regolatore da parte di Dzzd, uno dei due offerenti per il progetto. Un consorzio guidato dalla saudita Arkad Engineering ha vinto ad aprile un appalto per la costruzione di un gasdotto di quasi 500 chilometri in Bulgaria. Lo scorso maggio l'operatore bulgaro della rete di gas, Bulgartransgaz, responsabile del bando ha reso noto che Arkad non è riuscita a presentare tutti i documenti necessari in tempo e ha squalificato la società dalla gara. Inoltre, ha firmato un contratto con l'altro offerente Dzzd, che nel frattempo ha ridotto l'offerta. Dzzd comprende Consorzio Varna 1 (istituito da Bonatti S.p.A. e Max Streicher S.p.A.) e Completions Development S.a.R.L. Bulgaria branch. Arkad ha poi impugnato la decisione dell'amministrazione aggiudicatrice dinanzi alla Commissione per la protezione della concorrenza vincendo il ricorso. A luglio, Dzzd ha fatto appello alla decisione della commissione dinanzi al Tribunale amministrativo supremo e la disputa legale avrebbe dovuto ritardare significativamente il progetto. (Bus)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..