FILIPPINE
 
Filippine: 300 cinesi arrestati per crimini informatici
 
 
Manila, 18 set 06:50 - (Agenzia Nova) - Le autorità per l’immigrazione delle Filippine, sostenute da militari, hanno arrestato oltre 300 cittadini cinesi accusati di crimini informatici. Lo ha annunciato il dipartimento per l’Immigrazione delle Filippine nel tardo pomeriggio di ieri. Un totale di 324 cittadini cinesi sono stati arrestati a Palawan nel corso dell’operazione, che si è svolta lunedì. Le autorità filippine avevano già arrestato 277 cittadini cinesi nel corso di una operazione analoga, la scorsa settimana. “Gli stranieri erano riuniti in otto hotel ed edifici, intenti a condurre le loro attività illegali”, recita una nota del dipartimento. La nota cita il commissario per l’Immigrazione filippino, Jaime Morente, secondo cui gran parte degli arrestati risiede nelle Filippine clandestinamente, e verrà dunque sottoposto a procedure di espulsione. Le vaste operazioni di polizia puntano a sradicare una organizzazione criminale responsabile di una frode negli investimenti costa milioni di dollari a vittime in Cina. (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..