ECONOMIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Economia: Giovannini (AsVis) a "Quotidiano Nazionale", la crescita sostenibile oggi è una priorità per molte aziende. (2)
 
 
Roma, 16 set 09:58 - (Agenzia Nova) - Qual è l'originalità della Scuola senese? "E' unica al mondo. L'anno scorso ha avuto un successo notevole. Chi ha partecipato è riuscito poi a introdurre nelle agende di enti pubblici, aziende e organismi internazionali, i temi dello sviluppo sostenibile e le azioni conseguenti. Abbiamo reso più stringente il messaggio che oggi bisogna cambiare molte cose; gli stili di consumo, i modi di produzione, anche le nostre scelte individuali perché non abbiamo più tempo. La buona notizia è che tanti Paesi, tante imprese e anche l'Europa l'hanno capito". Ha citato le aperture della presidente Ue Ursula von der Leyen e del premier Conte... "Spero vivamente che questo sia un momento propizio. Tre anni di semina forse hanno fatto germogliare qualcosa. L'anno scorso, prima delle elezioni, abbiamo presentato un decalogo sull'agenda 2030 dello sviluppo sostenibile, sulle idee da seguire e sulle soluzioni da adottare. Tutte le forze politiche l'hanno sottoscritto, eccetto Lega e Fratelli d'Italia. La nuova maggioranza spero sia coerente con quanto promesso". Poi spiega cosa pensa delle 180 grandi imprese che hanno firmato il patto etico, e del programma della commissione Ue. "Sono filosofie che vanno nella direzione giusta. Ora tocca ai cittadini, agli studenti di questa scuola, alle organizzazioni battersi perché seguano azioni concrete. La presidente von der Leyen ha parlato di decarbonizzazione della Ue entro il 2050, ha auspicato l'avvento dell'economia circolare, l'attuazione del pilastro sociale e il cambiamento della governance europea. Ma sono i governi che prendono decisioni, non la Commissione". (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..