BRASILE
Mostra l'articolo per intero...
 
Brasile: non si arresta l'ondata di incendi in Amazzonia e nel nord-est del paese (5)
 
 
Brasilia, 16 set 23:33 - (Agenzia Nova) - L'ondata di incendi dolosi che ha interessato varie aree della foresta amazzonica brasiliana ha causato una preoccupante accelerazione della deforestazione registrata nei primi otto mesi dell'anno. Secondo i dati diffusi questa mattina dall'Istituto nazionale di ricerca spaziale brasiliano (Inpe), divulgando i dati raccolti dal sistema di controllo satellitare Monitoraggio della deforestazione in tempo reale (Deter), la deforestazione nella foresta amazzonica brasiliana è aumentata di oltre il doppio ad agosto 2019 rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Complessivamente, nell'arco dei primi otto mesi dell'anno, è andato distrutto oltre il 90 per cento in più di territorio della foresta rispetto allo stesso periodo del 2018. Secondo quanto rivelato dall'Inpe solo ad agosto, mese nel quale la foresta amazzonica è stata colpita da un'ondata di incendi senza precedenti, sono andati distrutti 1.700 chilometri quadrati di foresta in aumento del 223 per cento rispetto ad agosto 2018 quando la deforestazione aveva colpito 526 chilometri di territorio. Spinta dai dati negativi di agosto la deforestazione è praticamente raddoppiata anche nel periodo compreso tra gennaio e agosto 2019. Nei primi otto mesi dell'anno sono andati distrutti 6.404 chilometri quadrati di foresta pluviale, rispetto ai 3.336 chilometri quadrai del 2018, segnando un aumento del 91,9 per cento. I dati del sistema Deter mostrano un continuo aumento della deforestazione amazzonica dal 2012. Quell'anno, la perdita fu di 4.571 chilometri quadrati. Nel 2016 la deforestazione ha raggiungo complessivamente i 7.893 chilometri quadrati e l'anno successivo i 7.536 chilometri quadrati. (segue) (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..