LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: ambasciatore Tarhuni, “l’Italia ci aiuti a salvare il nostro patrimonio archeologico” (2)
 
 
Roma, 16 set 12:35 - (Agenzia Nova) - “Vorremmo che ci sia una presa di coscienza internazionale per combattere i furti dei reperti archeologici. La guerra al terrorismo rappresenta una ulteriore minaccia per le città che contengono reperti archeologici”, ha detto ancora l’ambasciatore Tarhuni. Un riferimento diretto alla città costiera di Sabrata, sede di uno splendido anfiteatro romano considerato dall’Unesco come uno dei patrimoni più a rischio, ma anche ex hub dei terroristi tunisini dello Stato islamico dislocati in Libia. “Vorrei lanciare un appello chiaro per la guerra contro il terrorismo, soprattutto le formazioni terroristiche armate e Daesh. Noi sappiamo che la Libia contiene un grande patrimonio archeologico, iniziato nel periodo preistorico e proseguito con berberi, greci, romani, musulmani e arabi. E’ una eredità culturale dell’umanità: non possiamo lasciarla in balia della guerra e del terrorismo”, ha detto il diplomatico libico. “Mi auguro - ha concluso - che il ministero degli Esteri italiano possa riprendere il suo sostegno alle missioni archeologiche italiane operanti in Libia”. (Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..