HONG KONG
Mostra l'articolo per intero...
 
Hong Kong: Cervellera (Asia-News) a "Libero Quotidiano", la Cina è pronta a tutto (2)
 
 
Roma, 19 ago 09:53 - (Agenzia Nova) - A questo punto si valutano le prossime mosse del regime cinese. "Da oltre due mesi a Hong Kong le manifestazioni sono sempre più vaste, sono arrivate a coinvolgere almeno due milioni di persone, giovani, in maggioranza, ma non solo. Ogni sfera sociale si sente chiamata in causa: insegnanti, impiegati, avvocati, imprenditori, persino poliziotti. E stata la richiesta di annullare la legge sull'estradizione a dare inizio alle proteste, perché è stata interpretata come il passo decisivo per trasformare Hong Kong in una delle tante altre città cinesi, perdendo per sempre la sua specificità. All'inizio la protesta era considerata tollerabile, si credeva di poterla tenere sotto controllo. Ma, di settimana in settimana, la violenza nel reprimerla ha subito una preoccupante escalation, mentre le richieste, da parte dei contestatori, sono diventate più pressanti, più forti". "Certo, la verità è che è in gioco il futuro democratico dell'ex colonia britannica. Questo futuro doveva essere realizzato fin dal 2007, secondo gli accordi tra Gran Bretagna e Cina, ma la piena attuazione di un governo democratico è slittato fino al 2017 e a tutt'oggi rimane rimane lettera morta. Questo ha creato grandi aspettative, poi grandi frustrazioni e paura, incertezza, rabbia. D'altra parte, Pechino sa bene che se Hong Kong diventa effettivamente democratica si trasforma in una spina nel fianco del regime. Deve quindi tentare di soffocare ogni tentativo di rendere concreta questa prospettiva". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..