IMPRESE
Mostra l'articolo per intero...
 
Imprese: Giappone, Softbank anticipa i piani per il 5G (2)
 
 
Tokyo, 17 set 06:14 - (Agenzia Nova) - Huawei Technologies Co, il colosso cinese dell’elettronica per le comunicazioni, è pronto a lavorare con le autorità dei paesi esteri dove opera, per placare i timori di sicurezza legati all’ipotetica collaborazione diretta tra quell’azienda alle attività di spionaggio dello Stato cinese. Lo ha ribadito ieri il vicepresidente senior di Huawei, John Suffolk, nel corso di una intervista all’agenzia di stampa “Kyodo”. Suffolk ha sottolineato che l’azienda non ha ricevuto alcuna richiesta di condivisione di informazioni riservate da parte di Pechino. “Siamo aperti alla conversazione sul modello giusto” per verificare la sicurezza dei prodotti di Huawei, ha detto il dirigente nel corso dell’intervista, concessa presso uno stabilimento dell’azienda cinese a Dongguan, in Cina. “E se il modello giusto è la fornitura del codice sorgente, allora troveremo il modo di farlo”. Suffolk ha dichiarato che Huawei ha già fornito codici sorgente dei propri prodotti a paesi come Regno Unito, Canada e Germania, ma ha anche aggiunto che paesi diversi hanno diverse modalità per valutare la sicurezza degli apparecchi elettronici commercializzati dall’azienda. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..