HONG KONG
Mostra l'articolo per intero...
 
Hong Kong: la città riapre dopo un nuovo fine settimana di scontri (6)
 
 
Hong Kong, 16 set 07:16 - (Agenzia Nova) - La posizione del capo esecutivo di Hong Kong, Carrie Lam, appare sempre più precaria, dopo tre mesi di proteste anti-governative di massa culminate, nei giorni scorsi, in segnali di vulnerabilità inattesi da parte dell'ad, che paiono preludere ad un temuto intervento diretto di Pechino nella crisi. Mercoledì 4 settembre Lam ha formalmente annunciato il ritiro del disegno di legge sulle estradizioni che aveva innescato le proteste all'inizio di giugno. La leader di Hong Kong ha ceduto così ad una delle richieste dei manifestanti, all'indomani di una conferenza stampa in cui si era vista costretta a rendere conto di una sua recente conversazione privata con imprenditori, il cui audio è stato poi divulgato, in cui confessava la volontà di dimettersi. Martedì Lam ha affermato con decisione di non aver mai offerto a Pechino le proprie dimissioni, ed ha negato che il governo cinese abbia esercitato pressioni ai suoi danni affinché mantenga l'incarico nel volatile contesto dei disordini in corso da circa tre mesi presso l'ex colonia britannica. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..