DIFESA
Mostra l'articolo per intero...
 
Difesa: disputa per le isole Spratly, le Filippine mirano a rafforzare avamposto sulla Second Thomas Shoal (4)
 
 
Manila, 22 lug 2015 13:26 - (Agenzia Nova) - Pechino ha manifestato un rifiuto abbastanza netto di accettare l’esito dell’arbitrato, considerato illegittimo in base a un articolo della Cdm che consente l’esclusione delle dispute soggette a risoluzione giudiziale obbligatoria le controversie relative ai confini territoriali. Pechino, quindi, non può subire un procedimento contenzioso al riguardo e per questo motivo Manila ha aggirato il problema, chiedendo al tribunale d’arbitrato di pronunciarsi non sulla sovranità, ma sull’idoneità delle isole a generare diritti esclusivi. In base alle norme della Cdm, infatti, le isole generano, oltre a una piattaforma continentale, una zona di 200 miglia marine sulla quale lo stato sovrano esercita in via esclusiva il diritto allo sfruttamento economico; al contrario in quegli scogli dove non è possibile instaurare un insediamento umano, né si può generare una vita economica autonoma non si possono possedere né la zona economica esclusiva, né la piattaforma continentale. Ed è questo il caso specifico della maggior parte delle isole contese che restano sotto livello dell’acqua anche in condizioni di bassa marea. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..