MEDIO ORIENTE
 
Medio Oriente: Ue, non riconosceremo cambiamenti a confini 1967
 
 
Bruxelles, 13 set 16:14 - (Agenzia Nova) - In Medio Oriente, l'Unione europea non riconoscerà alcun cambiamento alle frontiere stabilite nel 1967. Lo ha dichiarato la portavoce del Servizio europeo per l'azione esterna, Maja Kocijancic, esprimendo la posizione europea dopo le parole del premier israeliano Benjamin Netanyhau che nei giorni scorsi ha promesso di annettere la Valle del Giordano se verrà eletto il 17 settembre. "Abbiamo visto l'annuncio fatto dal primo ministro prima delle elezioni nel suo paese", ha sottolineato la Kocijancic. "In risposta, noi riaffermiamo quanto dichiarato in numerose conclusioni di Consigli Affari esteri, ovvero che l'Unione europea non riconoscerà nessun cambiamento delle frontiere del '67, inclusa Gerusalemme. Noi riteniamo illegali le politiche di insediamento e di espansione delle colonie secondo il diritto internazionale. Questo tipo di azioni mina la soluzione dei due Stati e le prospettive di una pace durevole. Noi continueremo a ripetere questo messaggio e a essere impegnati in questo contesto", ha concluso.
(Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..