EGITTO
 
Egitto: ministro Esteri Shoukry, “non soddisfatti da protrarsi colloqui su Diga rinascita”
 
 
Il Cairo, 16 set 09:40 - (Agenzia Nova) - L’Egitto non è contento per il protrarsi dei colloqui tecnici con Etiopia e Sudan a proposito del progetto della Grande diga della rinascita (Gerd). Lo ha chiarito il ministro degli Esteri del Cairo, Sameh Shoukry, dopo un colloquio con il suo omologo del Kenya Monica Juma. “Siamo pronti a trovare un punto di convergenza rispetto al progetto”, ha affermato in conferenza stampa il capo della diplomazia egiziana. Shoukry ha tuttavia sottolineato la necessità di raggiungere un accordo il prima possibile, dal momento che “non c’è alcuna possibilità che una delle parti imponga la propria volontà sulle altre facendole trovare di fronte a un fatto compiuto”. I colloqui sulla Gerd, ha ricordato Shoukry, sono ripresi dopo un anno e tre mesi di sospensioni, un periodo “superiore a quello in programma” e durante il quale “tutte le questioni sono rimaste in sospeso”. “Negli ultimi quattro anni non abbiamo assistito a progressi nell’ambito della cornice quadro stabilita nel marzo del 2015, quando veniva auspicata un’intesa definitiva il prima possibile”, ha poi detto il ministro. “L’Egitto ha da tempo confermato il suo rispetto nei confronti dei diritti dell’Etiopia, nella misura in cui essi non lo danneggino. Se i danni eccedono un limite accettabile, la questione andrà fuori dalle leggi internazionali che regolano le relazioni sui fiumi transnazionali”, ha concluso Shoukry. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..