MIGRANTI
Mostra l'articolo per intero...
 
Migranti: Sos Mediterranee su Ocean Viking, bene porto sicuro, ora procedure più efficaci (2)
 
 
Roma, 14 set 15:02 - (Agenzia Nova) - Sos Mediterranée sostiene fermamente che i valori umanitari debbano essere difesi dagli Stati membri dell'EU e che debba essere trovata una risposta umanitaria alla crisi in atto nel Mediterraneo centrale. Nel giugno 2018 l'Aquarius (noleggiata da Sos Mediterranée e Msf) è stata la prima nave umanitaria a subire la chiusura dei porti italiani: l'indicazione di oggi è un segnale incoraggiante che vari Stati europei, compresa l'Italia , stanno lavorando insieme. Sos Mediterranée richiede che l'assistenza alle persone in pericolo sia al di sopra di tutte le altre considerazioni politiche. Ad oggi nel Mediterraneo centrale manca la capacità di ricerca e soccorso che contribuisce al più alto tasso di mortalità mai registrato. Dall'inizio del 2019, una persona su 20 che parte dalla Libia muore nel tentativo di attraversare il Mediterraneo. "Dopo lo sbarco la Ocean Viking dovrebbe tornare nella SAR zone perché la gente continua a morire in queste acque in cui non ci sono navi di soccorso", aggiunge Stalla. Sos Mediterranée torna a sollecitare gli Stati europei perché: rispondano all'urgente necessità di assetti search and rescue nel Mediterraneo centrale; stabiliscano un meccanismo di sbarco coordinato, condiviso e sostenibile che garantisca la salvaguardia di vite umane; pongano termine alla criminalizzazione delle ONG operano nel Mediterraneo. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..