SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: ministro russo Novak, sentenza Corte Ue su gasdotto Opal verrà menzionata in trattative con Ucraina e Ue
 
 
Mosca, 12 set 17:15 - (Agenzia Nova) - La decisione della Corte Ue di limitare l’accesso di Gazprom al gasdotto Opal verrà presa in considerazione nel corso dei negoziati trilaterali fra Russia, Ucraina e Ue del 19 settembre. Lo ha dichiarato il ministro dell’Energia russo Aleksander Novak, ripreso dall’emittente “Rossija24”. “Quando si tratterà di sederci al tavolo negoziale, la situazione verrà chiaramente presa in considerazione. Credo che questa sentenza riguardi la dinamica delle forniture energetiche ai paesi europei in linea generale, le condotte e le forniture di gas”, ha spiegato il ministro russo. A detta di Piotr Wozniak, presidente della compagnia energetica polacca Pgnig, "era evidente dal momento della sua pubblicazione che la decisione della Commissione europea del 2016 sul gasdotto Opal violasse le regole comunitarie. Wozniak ha così commentato la sentenza del Tribunale dell'Unione europea con cui viene nuovamente ridotta la quota del gasdotto utilizzabile da parte della società russa Gazprom. Secondo il vicepresidente di Pgnig, Maciej Wozniak, la sentenza avrà anche l'effetto di accrescere la quantità di gas che raggiunge la Polonia attraverso l'Ucraina. "Grazie all'impedita monopolizzazione del gasdotto Opal da parte di Gazprom, i russi non potranno fermare del tutto il transito di gas verso l'Europa attraverso l'Ucraina, almeno nei prossimi mesi. Forse grazie alla sentenza si è riusciti a soccorrere il mercato ucraino ed europeo dinanzi al rischio di shock simili a quelli del gennaio e del febbraio 2009", ha affermato Wozniak. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..