SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Iraq, il parlamento di Baghdad discuterà l'acquisto del sistema antimissili russo S-400
 
 
Baghdad, 12 set 15:00 - (Agenzia Nova) - Il parlamento iracheno discuterà l’acquisto del sistema russo di difesa antimissile S-400. Lo ha confermato Ali al Bi’eji, deputato della Coalizione dello Stato di Diritto legata all’ex premier Nouri al Maliki, citato dal sito web iracheno “Basnews”. Il recente acquisto di componenti del sistema di fabbricazione russo ha notevolmente acuito le frizioni tra gli Stati Uniti e la Turchia, paesi alleati della Nato. Secondo il Pentagono, infatti, la presenza degli S-400 sul suolo turco potrebbe permettere alla Russia di acquisire informazioni cruciali sulle capacità stealth degli F-35. L’attuale governo iracheno guidato dal premier Adel Abdul Madhi sta cercando di mantenere buoni rapporti sia con gli Stati Uniti che con l’Iran in un momento di grande tensione nella regione. I misteriosi raid che da alcune settimane colpiscono le milizie sciite in territorio iracheno hanno ulteriormente esacerbato la situazione, al punto che diversi esponenti politici di Baghdad hanno accusato gli Stati Uniti di “coprire” i bombardamenti di Israele. Lo Stato ebraico finora non ha confermato né smentito di aver colpito l’Iraq. I piani dell'Iraq di acquistare il sistema missilistico dalla Russia potrebbero portare a una dura risposta da parte degli Usa. "Non permettiamo alcuna pressione da parte degli Stati Uniti", ha detto il Al Bi’eji, spiegando che il ministero della Difesa dovrebbe stringere nuovi accordi internazionale per meglio equipaggiare le truppe irachene. Diversi leader delle milizie sciite irachene hanno ventilato l’ipotesi di acquistare nuove armi da Teheran. Precedentemente e in varie occasioni, infine, le fazioni sciite e i gruppi armati vicini all'Iran hanno minacciato di attaccare le forze statunitensi in Iraq in caso di conflitto con l’Iran. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..