COOPERAZIONE
 
Cooperazione: rapporto Igad, 27 milioni di persone soffrono di insicurezza alimentare in Africa orientale
 
 
Addis Abeba, 03 set 10:53 - (Agenzia Nova) - Un totale di 27 milioni di persone soffrono di insicurezza alimentare in Africa orientale, il 24 per cento del numero registrato a livello globale. È quanto denuncia un rapporto pubblicato dall’Autorità intergovernativa per lo sviluppo (Igad) e dalla Rete d'informazione per la sicurezza alimentare (Fsin), secondo cui i paesi più colpiti sono nel 2018 in termini di acuta insicurezza alimentare sono stati l'Etiopia (8,1 milioni), il Sudan (6,2 milioni) e il Sud Sudan (6,1 milioni). In Sud Sudan, in particolare, il 59 per cento della popolazione (sei persone su dieci) ha avuto bisogno di assistenza alimentare urgente, mentre in Somalia più di una persona su cinque (il 22 per cento della popolazione) è fortemente a rischio dal punto di vista alimentare. Secondo il rapporto, sono tre i principali fattori di insicurezza alimentare nell'Africa orientale: gli shock climatici, i conflitti e l’instabilità economica. “I principali driver dell'insicurezza alimentare acuta e della malnutrizione nella nostra regione sono il clima, i conflitti e l'instabilità economica. Chiedo agli uffici specializzati, agli Stati membri e ai partner dell'Igad di investire ulteriormente nella resilienza, nell'adattamento ai cambiamenti climatici, nella prevenzione dei conflitti e nel sostenere la pace per superare la vulnerabilità e affrontare le cause profonde della fame e della malnutrizione”, ha affermato il segretario esecutivo dell’Igad, Mahboub Maalim, nel presentare il rapporto ad Addis Abeba. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..