SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Messico, rapporto interno del ministero degli Esteri denuncia "vulnerabilità" sistema informatico
 
 
Città del Messico, 12 set 15:15 - (Agenzia Nova) - I sistemi informatici della diplomazia messicana non sono sicuri. E' quanto afferma un rapporto elaborato dalla Direzione generale per la Tecnologia dell'informazione (Dgtii) e l'Innovazione del ministero degli Esteri reso noto ieri dal quotidiano "El Universal". Dal documento della Dgtii emerge che l'infrastruttura delle comunicazioni così come i protocolli di sicurezza adottati dalle rappresentanze del Messico all'estero non sono omologati con quelli del ministero né con il sistema di sicurezza nazionale. "C'è una carenza dei meccanismi di intercettazione e rilevamento delle intrusioni", sostiene il rapporto secondo il quale "sistemi critici della diplomazia sono vulnerabili". "Non esiste un meccanismo integrale che coordini la sicurezza ai diversi livelli della diplomazia", si legge. Il rapporto della Dgtii propone quindi l'introduzione di un Sistema di gestione della sicurezza delle informazioni nel quale vengano stabiliti i lineamenti della gestione di questa materia sia a livello centrale che internazionale. In questo senso la direzione del ministero degli Esteri suggerisce di classificare i diversi livelli di criticità delle strutture e delle informazioni ed effettuare revisioni periodiche dei sistemi. Previsto anche l'utilizzo di "specialisti" e la contrattazione di "hackers" con il compito di individuare le vulnerabilità del sistema informatico. Il miglioramento dell'efficienza dei sistemi di sicurezza comporterà secondo la Dgtii anche un dimezzamento dei costi del sistema di sicurezza dagli attuali 4,5 milioni di pesos mensili (200 mila euro circa) a circa 1,8 milioni. (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..