G7
 
G7: Giappone, premier Abe punta a progressi su crescita sostenibile e questioni regionali
 
 
Tokyo, 24 ago 12:09 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro del Giappone, Shinzo Abe, è giunto ieri in Francia per partecipare al vertice del G7, che si aprirà questa sera a Biarritz, sulla costa basca, per concludersi il 26 agosto, al quale i due paesi parteciperanno insieme a Canada, Germany, Italia, Regno Unito e Stati Uniti. Il premier giapponese, prima di lasciare Tokyo, ha dichiarato alla stampa di essere intenzionato a discutere e fare passi avanti sui temi della crescita globale e su questioni regionali come quelle nordcoreana e iraniana: “Voglio produrre risultati su sfide globali come la costruzione di una crescita sostenibile dell’economia mondiale, la promozione del libero scambio e la lotta ai cambiamenti climatici, così come su questioni regionali, tra le quali le situazioni in Corea del Nord e in Iran”, ha detto.

Abe ha accennato anche all’incontro bilaterale che avrà a margine dei lavori del summit col presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. “Mi piacerebbe avere discussioni franche dal punto di vista dei continui sforzi diplomatici sulla situazione in Medio Oriente”, ha affermato. “Dobbiamo procedere con I negoziati Giappone-Usa per arrivare a un risultato soddisfacente per entrambe le parti”, ha aggiunto riferendosi alle trattative commerciali in corso. Secondo la stampa giapponese, inoltre, il capo del governo giapponese cercherà di contrastare la proposta di ampliamento del Gruppo, ovvero dell’allargamento alla Russia.

Col presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron, invece, Abe potrebbe discutere del caso dell’ex amministratore delegato di Nissan e Renault Carlos Ghosn, cittadino francese, arrestato in Giappone nel novembre del 2018 con l’accusa di appropriazione indebita di fondi Nissan, attualmente in libertà su cauzione in attesa di processo. Alla vigilia dell’inizio del vertice la moglie del manager, Carole Ghosn, ha pubblicato un comunicato in cui ha criticato il sistema giudiziario giapponese, sostenendo che “non è allineato agli standard degli altri paesi del G7” e che il marito è sottoposto a condizioni di stretta vigilanza “disumane”, e ha chiesto al presidente Macron di “intercedere” con il primo ministro Abe.

Per il premier del Giappone è l’ottava partecipazione al G7 e la settima consecutiva: è uno dei leader più longevi, dopo Angela Merkel, cancelliere della Germania, alla 14ma presenza. Proprio oggi, infatti, Abe ha conquistato la seconda posizione tra i primi ministri giapponesi per durata di governo, con 2.799 giorni, superando il prozio Eisaku Sato (2.798 giorni), che ha governato dal 1964 al 1972, e collocandosi dietro Taro Katsura (2.886 giorni), al potere per tre mandati, tra il 1901 e il 1906, tra il 1908 e il 1911 e tra il 1912 e il 1913. Abe è il premier che ha governato più a lungo dopo la Seconda guerra mondiale. È al governo dal 2012, dopo un primo mandato nel 2006-2007. (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..