LIBIA
 
Libia: 40 morti e 80 feriti, bilancio parziale bombardamento centro migranti a Tajoura
 
 
Tripoli, 03 lug 08:05 - (Agenzia Nova) - E' di almeno 40 morti e 80 feriti il bilancio del bombardamento avvenuto questa notte sul centro migranti di Tajoura, a est di Tripoli. Lo riferisce la squadra di emergenza e soccorso del Field Medicine and Support Center in una nota su Facebook. In precedenza la sezione di Tajoura del Dipartimento per la lotta alla migrazione illegale ha annunciato che il centro di detenzione è stato sottoposto a "bombardamenti aerei pesanti", che hanno lasciato molti migranti feriti o morti. Intanto il Consiglio presidenziale del Governo di accordo nazionale libico (Gna), guidato dal premier Fayez al Sarraj, ha condannato il raid aereo contro il centro per i migranti. In una dichiarazione diffusa questa mattina il Gna ha definito il raid un "omicidio di massa e un crimine di guerra da aggiungere all'elenco delle violazioni commesse da questo aggressore". "Il bombardamento del centro è stato pianificato", si legge nella nota del Gna, che ha invitato la Missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil) a istituire una commissione di inchiesta per "esaminare la situazione e documentare l'attacco". Il governo di Tripoli ha anche invitato la comunità internazionale a prendere quello che ha definito "atteggiamento chiaro e fermo nei confronti di queste violazioni in corso e agire immediatamente per fermare questa aggressione". Da parte sua l’Esercito nazionale libico (Lna) del generale Khalifa Haftar ha negato qualsiasi coinvolgimento nel raid contro il centro per i migranti, accusando le milizie islamiste presenti nella capitale Tripoli di aver colpito il sito. In una nota l’Lna ha sottolineato invece di aver bombardato con precisione un deposito di munizioni, osservando che “le milizie di Tripoli hanno colpito il centro di migranti illegali come al solito per avere una scusa e influenzare l’opinione pubblica”.


(Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..