LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: al Qaeda minaccia l'Italia attraverso messaggio audio
 
 
Tripoli, 14 gen 2016 14:36 - (Agenzia Nova) - L'organizzazione di al Qaeda nel Maghreb islamico ha accusato l'Italia di "occupare la Libia" tramite un "generale italiano che la comanda da Tripoli". In un messaggio audio recapitato all'agenzia di stampa mauritana "al Akhbar", si sente la voce del numero due di al Qaeda nel Maghreb, Abu Obeida al Anabi, il quale sostiene che "l'accordo firmato a Skhirat in Marocco sulla Libia non è altro che un complotto". Nel messaggio dal titolo "L'Italia romana ha occupato la capitale Tripoli" si sente affermare che "un generale italiano", di cui non si fornisce il nome (ma forse il riferimento è a Paolo Serra, consigliere militare del rappresentante speciale del segretario generale delle Nazioni Unite per la crisi in Libia, Martin Kobler), "è a capo di un governo fantoccio di cui fa parte gente della nostra razza che ha venduto la sua religione", come è accaduto in Iraq con "la nomina di Paul Bremer dopo la campagna criminale di George Bush", per non parlare di come "il suo compagno di crimini Donald Rumsfeld ha sporcato Baghdad". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..