LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: premier Serraj cerca un nuovo accordo con le fazioni dell'est (2)
 
 
Tripoli, 28 ago 2016 11:05 - (Agenzia Nova) - Ali Gatrani, uno dei componenti del Consiglio di presidenza vicino alle fazioni rivali dell’est, ha annunciato nei giorni scorsi che porrà fine al boicottaggio dell’organo esecutivo riconosciuto dalla comunità internazionale in un segnale di speranza per il raggiungimento di un accordo tra le due parti del paese. Anche un altro membro del Consiglio di presidenza, Omar al Aswad di Zintan, ha messo fine al boicottaggio dei lavori dell’organo esecutivo nei giorni scorsi. In una dichiarazione rilasciata ieri Gatrani ha comunque espresso il timore che il nuovo governo di accordo nazionale possa essere influenzato dalle milizie di Misurata leali a Serraj. I gruppi politici dell’est della Libia temono infatti che un governo vicino alle milizie di Misurata possa minare le forze guidate dal generale Khalifa Haftar, capo dell’autoproclamato esercito libico (Lna). I paesi occidentali, da parte loro, considerano il governo di accordo nazionale del Consiglio di presidenza come l’opzione migliore per risolvere il caos politico e di sicurezza della Libia, nonché i suoi problemi economici, acuitisi dopo il rovesciamento del regime di Gheddafi nel 2011. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..