BOSNIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Bosnia: terrorista islamico Haris Causevic condannato a 35 anni in secondo grado (5)
 
 
Sarajevo, 15 lug 2015 17:00 - (Agenzia Nova) - L'attenzione dei media locali e internazionali si è concentrata all'inizio dell'anno su Gornja Maoca, località di circa 200 abitanti situata nel nordest della Bosnia in cui sono in vigore le leggi dello sharia, dopo che l'emittente "Ftv" ha mandato in onda immagini delle bandiere dello Stato islamico esibite nel villaggio. Il presidente dell'Assemblea popolare della Repubblica Srpska, Nedeljko Cubrilovic, ha affermato all'agenzia d'informazione "Srna" che l'episodio delle bandiere nere dello Stato islamico "dimostra il tipo di paese in cui viviamo". Cubrilovic ha detto che "i cittadini a questo punto devono decidere se abbiamo o meno bisogno di leggi che prevedono sanzioni per questo tipo di manifestazioni". L'agenzia di stampa "Srna" ha raccolto anche la dichiarazione del presidente dell'Organizzazione dei famigliari dei civili e combattenti della Repubblica Srpska, Nedeljko Mitrovic, secondo cui sarebbe proprio l'entità serba il vero obiettivo delle provocazioni. (segue) (Bos)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..