TERRORISMO
 
Terrorismo: forze armate irachene, “colpito convoglio di al Baghdadi”
 
 
Baghdad, 11 ott 2015 14:29 - (Agenzia Nova) - L’aviazione irachena avrebbero centrato oggi un convoglio dello Stato islamico (Is) mentre trasportava l’autoproclamato “califfo” in persona, Abu Bakr al Baghdadi. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso oggi dall’ufficio stampa delle forze armate irachene. “Le forze aree in collaborazione con l’intelligence hanno colpito un convoglio del terrorista al Baghdadi durante uno spostamento nella zona di al Karabilah (nella provincia a maggioranza sunnita di al Anbar), dove era prevista una riunione dei leader del gruppo terroristico Daesh (acronico arabo di Stato islamico in Iraq e Siria, ndr)”, si legge nel comunicato. "Sono stati uccisi e feriti diversi leader terroristi. La sorte di al Baghdadi è sconosciuta e i nomi delle vittime saranno pubblicati a breve”, conclude la nota.

Lo scorso 30 settembre il quotidiano panarabo “Asharq al Awasat” aveva riferito che al Baghdadi avrebbe spostato il suo quartier generale da Mosul, nel nord dell’Iraq, alla città di Ramadi, capoluogo della provincia occidentale irachena di al Anbar, a maggioranza sunnita. Secondo fonti della sicurezza irachena, con lo spostamento da Mosul a Ramadi, il sedicente “califfo” starebbe tentando di controllare direttamente le operazioni dei terroristi. Al Baghdadi era ritornato a Mosul a inizio settembre, dopo alcuni mesi passati nella città di siriana di al Raqqa, principale roccaforte del movimento in Siria.

Il bombardamento del convoglio segue la liberazione avvenuta questa settimana della zona di Albu Chelleb, a nord di Ramadi, dall’occupazione dello Stato islamico. Da quanto si apprende, le forze di sicurezza irachene e le milizie sciite della Mobilitazione popolare (Pmu) avrebbero assunto mercoledì scorso, 7 ottobre, il controllo dell’area compresa da al Zankurh alla zona di Albu Cheleeb. Poco prima le forze di sicurezza avevano preso il controllo dell’area dello stadio cittadino usato come base dai terroristi dell'Is. Dopo la conquista della zona di al Anbar da parte dello Stato islamico avvenuta a maggio, lo scorso 13 luglio esercito iracheno e milizie hanno dato il via ad un'offensiva per liberare Ramadi e Fallujah dai jihadisti dell’Is fedeli all’autoproclamato "califfo" Abu Bakr al Baghdadi. In aprile diversi media arabi e internazionali avevano riportato la notizia della morte di al Baghdadi dopo un attacco condotto nella parte occidentale dell’Iraq lo scorso 18 marzo. Alcune settimane dopo la notizia era stata smentita. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..