ETIOPIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Etiopia: viceministro Del Re a “Nova”, tentato golpe deriva da sforzo riformatore premier Ahmed (2)
 
 
Roma, 27 giu 18:15 - (Agenzia Nova) - Chiaramente, “nel momento in cui si vanno ad intaccare dei ruoli prestabiliti di alcuni gruppi sociali o etnie specifiche in particolari regioni che hanno un certo tipo di risorse, è chiaro che possano esserci delle reazioni”, ha proseguito Del Re, dicendosi tuttavia convinta che il premier etiope “uscirà rafforzato da questa esperienza” dal momento che “sta vivendo un momento particolarmente favorevole in cui ha già dimostrato di voler avere un rapporto molto diretto anche con etnie e regioni che potevano rivendicare magari un non riconoscimento del loro ruolo storico, come ad esempio il Tigrè. Abiy sta facendo una politica molto saggia di unità e riconoscimento di ciascuno”, ha aggiunto la viceministro. Ovviamente “nessuno nasconde le ombre: Abiy è perfettamente consapevole dei problemi, ha parlato più volte anche con il premier (Giuseppe) Conte dei problemi impellenti, di ciò che manca e dei modi in cui il nostro paese può contribuire a permettere che alcune risorse diventino volani economici importanti. Noi possiamo discutere delle strategie per risolverli sulla base della nostra esperienza secolare in alcuni settori, che mescola sapientemente tradizione e innovazione con identità locale”, ha osservato Del Re, che il 19 e 20 giugno scorsi ha presieduto ad Addis Abeba il primo business forum italo-etiope alla presenza di oltre 40 aziende italiane. L’Etiopia, secondo la viceministro, sta conoscendo delle fasi di assestamento “molto dolorose”, ma non per questo “dobbiamo perdere lucidità nel sostenere un uomo che ha portato grande innovazione ed è riuscito inoltre a dare una grandissima svolta storica ad un capitolo dolorosissimo come il rapporto con l’Eritrea”. (segue) (Mam)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..