DIFESA
 
Difesa: Russia, parlamentare propone dislocamento missili in Venezuela
 
 
Mosca, 23 ago 15:32 - (Agenzia Nova) - La risposta efficace della Federazione Russa al test dei missili statunitensi in violazione del Trattato sulle forze nucleari a medio raggio (Inf) sarà il dispiegamento dei sistemi russi in Venezuela. Lo ha dichiarato Aleksander Sherin, vicepresidente della commissione per la difesa della Duma di Stato (camera bassa del parlamento russo). "Una delle opzioni è semplicemente discutere di questo argomento con la leadership del Venezuela", ha dichiarato Sherin all'agenzia di stampa russa "Interfax".

"Sfortunatamente, gli Stati Uniti comprendono solo la forza bruta", ha aggiunto il parlamentare, secondo il quale il dispiegamento di sistemi missilistici in Venezuela sarebbe più doloroso rispetto a quello avvenuto a Cuba in epoca sovietica. "E' un'opzione completamente diversa, la questione non riguarda solo la distanza, ma anche la vulnerabilità", ha dichiarato Sherin, osservando che il Venezuela è uno Stato con risorse petrolifere, in grado di sostenere finanziariamente gli armamenti sul proprio territorio.

"Se posizioniamo i nostri sistemi all’estero dobbiamo allocare dei fondi per la loro manutenzione. Il Venezuela è un paese molto ricco, un paese produttore di petrolio. Ritengo che il Venezuela sia solo felice di acquistare da noi un'enorme quantità di tali sistemi, o di spendere per garantire l’operatività. Si tratta della sicurezza del Venezuela stesso", ha dichiarato Sherin. "Dobbiamo farlo in modo che sia vantaggioso per la Federazione Russa non solo in termini di sicurezza, ma evitando di farlo a spese dei nostri contribuenti", ha aggiunto il parlamentare.

Nel quadro di un discorso tenuto oggi al Consiglio di sicurezza nazionale, il presidente russo Vladimir Putin, ha incaricato il ministero della Difesa, il ministero degli Esteri e dipartimenti competenti di analizzare il livello di minaccia derivante dalle azioni statunitensi (il test di un nuovo missile da crociera con un raggio di oltre 500 chilometri) e adottare misure per preparare un’adeguata risposta. La Russia è tra i principali alleati del presidente venezuelano Nicolas Maduro. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..