COOPERAZIONE
Mostra l'articolo per intero...
 
Cooperazione: Unicef, 1,9 milioni di bambini costretti a lasciare la scuola in Africa occidentale e centrale (5)
 
 
Roma, 23 ago 11:43 - (Agenzia Nova) - L'Unicef e i suoi partner invitano i governi, le forze armate, le parti in conflitto e la comunità internazionale a intraprendere azioni concertate per fermare gli attacchi e le minacce contro scuole, studenti, insegnanti e altro personale scolastico in Africa occidentale e centrale e per sostenere un apprendimento di qualità per ogni bambino della regione. Secondo il rapport, gli Stati devono proteggere l'istruzione, appoggiare ed attuare la Dichiarazione sulle scuole sicure; l'insegnamento e l'apprendimento devono essere orientati a costruire la pace e sostenere l'istruzione delle bambine; tutti i bambini, compresi i bambini rifugiati, migranti e sfollati, devono essere in grado di continuare ad apprendere; i genitori e le comunità devono essere partner essenziali per garantire che i bambini, specialmente le ragazze, abbiano accesso ad un'istruzione di qualità; i governi donatori devono impegnarsi in finanziamenti pluriennali e flessibili per sostenere l'istruzione nelle emergenze e creare collegamenti con la programmazione nell'istruzione a lungo termine. “Con più di 40 milioni di bambini tra i 6 e i 14 anni che perdono il loro diritto all'istruzione in Africa occidentale e centrale, è fondamentale che i governi e i loro partner lavorino per diversificare le opzioni disponibili per un'istruzione di qualità”, ha detto Marie-Pierre Poirier, direttore regionale dell'Unicef per l'Africa occidentale e centrale. “Modelli culturalmente idonei con approcci innovativi, inclusivi e flessibili, che soddisfano gli standard di apprendimento di qualità, possono aiutare a raggiungere molti bambini, specialmente in situazioni di conflitto”, ha aggiunto. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..