SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Russia, in corso confronto su rimborso a Bielorussia per incidente Druzhba
 
 
Mosca, 19 lug 17:00 - (Agenzia Nova) - Il rimborso delle autorità russe alla Bielorussia per compensare l’incidente relativo alle forniture di petrolio contaminato attraverso l’oleodotto dell’amicizia (Druzhba) è una questione che sta venendo discussa, e sulla quale al momento non ci è possibile rilasciare dettagli aggiuntivi. Lo ha dichiarato il viceministro degli Esteri russo, Grigorj Karasin, in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa “Sputnik”. “Il ministero dell’Energia e alcuni rappresentanti della compagnia Transneft stanno proseguendo le negoziazioni”, ha aggiunto il viceministro. Nella seconda metà di aprile, petrolio deli Urali contaminato con composti organoclorurati è stato trasportato tramite il sistema di condotte Druzhba alla raffineria bielorussa di Mozyr e, attraverso il territorio bielorusso, ai clienti europei. Transneft ha dimostrato che la contaminazione è stata frutto di una truffa ad opera di produttori indipendenti, i quali avrebbero sostituito quantità di prodotto conforme agli standard qualitativi con equivalenti volumi di petrolio contaminato in uno dei nodi del Druzhba. Secondo il ministero dell'Energia, il danno da mancata esportazione e rimpatrio del prodotto contaminato ammonta a circa 100 milioni di dollari, mentre il presidente della Bielorussia, Aleksandr Lukashenko, ha affermato che i danni complessivi ammonterebbe a diverse centinaia di milioni di dollari, tenendo conto dell'attrezzatura. Come riferito da Belneftekhim, società di gestione del tratto bielorusso, la piena pulizia dei due rami del Druzhba sarà completata solo a metà agosto. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..