ENERGIA
 
Energia: Terna, consumi a giugno +2,9 per cento
 
 
Roma, 19 lug 15:26 - (Agenzia Nova) - Nel mese di giugno 2019, secondo quanto rilevato da Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, la domanda di elettricità in Italia è stata di 27,8 miliardi di kilowattora (kWh), in crescita del 2,9 per cento rispetto allo stesso mese del 2018. Tale risultato è stato ottenuto con un giorno lavorativo in meno (20 vs 21) ma con una temperatura media mensile superiore di 1,2 gradi celsius rispetto a giugno 2018. Nello specifico, a far crescere in modo così consistente la domanda elettrica mensile è stata la temperatura particolarmente elevata registrata nell’ultima settimana di giugno. Il dato destagionalizzato e corretto dagli effetti di calendario e temperatura porta a una variazione positiva della domanda elettrica di giugno dell’1,5 per cento. La domanda del primo semestre del 2019 risulta in flessione dello 0,6 per cento rispetto al corrispondente periodo del 2018. In termini rettificati la variazione resta sostanzialmente uguale (-0,5 per cento). A livello territoriale la variazione tendenziale di giugno 2019 è risultata ovunque positiva: +1,5 per cento al Nord, +3,3 per cento al Centro e +5,6 per cento al Sud.

In termini congiunturali, il valore destagionalizzato e corretto dagli effetti di calendario e temperatura dell’energia elettrica richiesta a giugno 2019 ha fatto registrare una variazione positiva (+2 per cento) rispetto al mese precedente (maggio 2019). Tale risultato modifica il profilo del trend che assume un andamento leggermente crescente. Nel mese di giungo 2019 la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l’88,2 per cento con produzione nazionale e per la quota restante (11,8 per cento) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero. In dettaglio, la produzione nazionale netta (24,7 miliardi di kWh) è risultata in aumento rispetto a giugno 2018 (+3,7 per cento). In crescita le fonti di produzione geotermica (+0,4 per cento), fotovoltaica (+5,3 per cento) e termica (+9,2 per cento); in calo le fonti idrica (-1,1 per cento) ed eolica (-30 per cento). (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..