INDIA
Mostra l'articolo per intero...
 
India: ministero Salute crea commissione per valutare legge contro la violenza sui medici (2)
 
 
Nuova Delhi, 11 lug 10:04 - (Agenzia Nova) - Una recente analisi sulla violenza contro i medici in India ha mostrato che il cento per cento dei dottori nei reparti d'emergenza e il 75 per cento dei dottori in generale hanno subito violenze fisiche o abusi verbali. Nel 2007 l'Andhra Pradesh, guidato dall'allora capo di governo Yeduguri Sandinti Rajasekhara Reddy, fu il primo stato a introdurre una legislazione per prevenire la violenza contro gli operatori sanitari. In base a quella legge, la violenza contro i medici è un'offesa punibile con una multa di 50 mila rupie (648,27 euro) e una detenzione in prigione di fino a tre anni non sottoponibile a cauzione. Anche Nuova Delhi ha introdotto l'Atto sui dipendenti dei servizi sanitari e sulle istituzioni sanitarie (prevenzione della violenza e dei danni alla proprietà) nel 2008. Gli esperti, tuttavia, sono scettici riguardo all'attuazione di queste leggi. "Non c'è ancora stata nemmeno una condanna in base a queste leggi. Infatti, nel recente incidente di violenza nel Bengala Occidentale in seguito al quale i dottori del paese sono scesi in protesta, i colpevoli sono stati rilasciati su cauzione dopo aver pagato solo 2.000 rupie (25,93 euro)", ha commentato il presidente dell'Associazione dei dottori residenti dell'Istituto di scienze medica indiano Amrinder Singh Malhi, presente all'incontro di ieri. I rappresentanti della Forda hanno proposto un disegno di legge che includa non solo i dottori ma tutti i paramedici e lo staff ospedaliero. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..