MALESIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Malesia: Mahathir, parallelo olio di palma-deforestazione “infondato” (6)
 
 
Kuala Lumpur, 23 ago 06:54 - (Agenzia Nova) - I produttori indonesiani di olio di palma grezzo (Cpo) boicotteranno qualunque colloquio con la Comunità europea in merito ai parametri Iluc (Indirect Land Use Change) sui biocarburanti, tesi a valutare le emissioni inquinanti aggiuntive causate dal cambio di utilizzo del suolo. Le aziende indonesiane ritengono che i colloqui siano un artificio traite cui l’Ue intende bandire il Cpo dalla lista degli olii vegetali destinabili alla produzione di biocarburanti. Il presidente del Consiglio indonesiano dell’olio di palma (Dmsi), Derom Bangun, ha dichiarato all’inizio di quest’anno a Giacarta che l’Indonesia e la Malesia non possono accettare i parametri iluc che informano la definizione di energie rinnovabili adottati dall’Unione europea. “Abbiamo rigettato tale concetto, e non intendiamo prendere parte alla sua discussione. Lasciamo che decidano da soli, abbiamo altri modi”, ha dichiarato Derom, aggiungendo che Indonesia e Malesia, i primi due produttori di olio di palma al mondo, presenteranno un reclamo all’Organizzazione mondiale del commercio (Omc) nel caso Bruxelles faccia effettivamente riferimento all’Iluc per la propria direttiva sulle energie rinnovabili (Red II). Il presidente esecutivo dell’Associazione indonesiana dei produttori di biodiesel, Paulus Tjakrawan, ha aggiunto che neanche l’industria dei biocarburanti indonesiani intende prendere parte ad alcun colloquio in merito all’Iluc. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..