GIORDANIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Giordania: ambasciatore Khouri a “Nova”, paese hub per ricostruzione regione (3)
 
 
Roma , 15 mar 13:00 - (Agenzia Nova) - Uno dei settori in cui gli investitori internazionali possono affacciarsi è quello energetico. La Giordania, infatti è un paese relativamente povero di idrocarburi, ma vanta ingenti quantità di shale oil, la cui estrazione è molto costosa, e si trova in una posizione geografica dove si possono sfruttare l’energia eolica e solare. “Il progetto sul nucleare è fuori dal tavolo – ha affermato Khouri -. Stiamo valutando una serie di opzioni e stiamo lavorando per sfruttare le rinnovabili (solare, eolico e idroelettrico)”. Inoltre, il paese è passato dall’utilizzo di “heavy oil” al gas liquefatto per soddisfare la domanda di energia, ha aggiunto. La Giordania è un “paese ricco di shale oil, ma è difficile e costoso da produrre”, ha evidenziato il diplomatico. “Tuttavia – ha aggiunto - quando i prezzi del petrolio raggiungeranno un cero valore, il progetto diventerà fattibile. Sono necessari investimenti e tecnologia, per questo stiamo lavorando con i partner internazionali”. La Giordania sta cercando “di creare un mix tra le energie classiche e le nuove opzioni, come lo shale oil”, ha proseguito. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..