STATI UNITI-ITALIA
 
Stati Uniti-Italia: conclusa visita Moavero a Washington, positivi incontri con rappresentanti istituzionali locali
 
 
Washington, 05 gen 11:22 - (Agenzia Nova) - Si è conclusa oggi la visita del Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi a Washington, la prima dell’anno di un esponente di governo straniero. E' quanto riferisce un comunicato dell'ambasciata italiana a Washington. Nel corso della giornata il ministro ha avuto un ampio ventaglio di incontri con esponenti di centri di ricerca, con le massime autorità del 116mo Congresso insediatosi nella giornata di ieri, tra cui la presidente della Camera dei rappresentanti Nancy Pelosi, e dell’amministrazione, tra cui il consigliere per la sicurezza nazionale, John Bolton, e il segretario di Stato, Mike Pompeo. Di particolare significato l’incontro con Pelosi, la cui famiglia vanta origini italiane, che da pochi giorni ricopre la terza carica nella gerarchia costituzionale americana, subito dopo il presidente ed il vicepresidente. Il colloquio ha confermato l’eccellente stato delle relazioni bilaterali e l’attenzione con la quale in Congresso si guarda all’Italia per il ruolo di primo piano che il nostro Paese svolge in seno all’Unione europea e per il valore strategico del nostro contributo alla sicurezza internazionale in varie aree di crisi a cominciare dal Mediterraneo e Medio Oriente.

In Campidoglio, il ministro Moavero Milanesi ha incontrato anche l’onorevole Mark Meadows (R-North Carolina), presidente del Freedom Caucus, i co-presidenti della delegazione italo-Usa presso il Congresso, Mark Amodei (R-Nevada) e Bill Pascrell (D-New Jersey) e il presidente della commissione affari esteri della Camera, Eliot Engel (D-New York). Il ministro ha poi avuto un colloquio alla Casa Bianca con il consigliere Bolton con cui si è parlato dei principali temi di sicurezza internazionale, tra cui Libia, Siria, Afghanistan, Russia e Iran, con una particolare attenzione al quadro sanzionatorio nei confronti di Mosca e Teheran. La controparte americana ha reiterato l’apprezzamento per il ruolo svolto dall’Italia nei principali teatri di crisi. Affrontato anche il tema degli investimenti stranieri in settori strategici.

Il ministro è stato infine ospitato a cena dal segretario di Stato Mike Pompeo. Nel corso dei colloqui sono stati ripresi i principali temi evocati con il consigliere per la sicurezza nazionale con particolare attenzione sui temi individuati dal Dialogo Strategico bilaterale lanciato in occasione della vista del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Washington nel luglio scorso. Tra questi, in particolare, l’importanza che la Nato presti maggior attenzione alle sfide provenienti dal fianco meridionale e che si individui una rinnovata strategia per continuare il contrasto allo Stato islamico dopo la sconfitta sul terreno. Il Ministro ha inoltre fornito un aggiornamento sulle dinamiche politiche europee anche in vista della prospettiva di Brexit e delle elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo.

La giornata era cominciata con una colazione di lavoro con alcuni importanti centri di ricerca della capitale statunitense. Al colloquio con il ministro, incentrato sulle relazioni transatlantiche, erano presenti Karen Donfried Presidente del German Marshall Fund Usa, Kim Holmes vicepresidente esecutivo della Heritage Foundation, Vali Nasr Dean dalla Johns Hopkins University School for Advanced International Studies e Heather Conley vicepresidente del Centre for Strategic and International Studies. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..