INDIA
Mostra l'articolo per intero...
 
India: dalla Corte suprema sentenze storiche sulle discriminazioni e la privacy (7)
 
 
Nuova Delhi, 28 set 2018 16:59 - (Agenzia Nova) - Il disegno di legge, approvato dalla Camera del popolo, la camera bassa, si è impantanato al Consiglio degli Stati, la camera alta, dove l’Alleanza nazionale democratica (Nda) non ha la maggioranza. A causare lo stallo è stato il nodo della pena detentiva ed è stata decisiva la posizione del principale partito di minoranza, il Congresso nazionale indiano (Inc), laico e di centrosinistra, in aggiunta alla contrarietà dei partiti musulmani e tradizionalisti. Il Congresso si è dichiarato a favore di una legge a tutela delle mogli, ma non della criminalizzazione dei mariti ripudianti, ritenendo eccessiva una sanzione penale per una pratica considerata fino a poco tempo fa legittima. Dopo dieci mesi di stallo, due settimane fa il Consiglio dei ministri dell’India ha emesso un’ordinanza, ovvero un decreto motivato da “urgente necessità”, in attesa di essere convertito dal parlamento. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..