GIAPPONE
Mostra l'articolo per intero...
 
Giappone: la “sharing economy” verrà inserita nel computo del pil (4)
 
 
Tokyo, 23 ago 07:33 - (Agenzia Nova) - La Banca del Giappone (Boj) si trova di fronte alla difficile scelta se seguire gli Stati Uniti e l’Unione europea nell’adozione di nuove misure di easing quantitativo, nonostante la politica ultra-espansiva già adottata da Tokyo negli scorsi anni, per evitare che lo yen si rafforzi eccessivamente su dollaro ed euro. La Boj ha segnalato di essere aperta all’ipotesi di un ulteriore allentamento quantitativo durante l’incontro politico che si è tenuto questa mattina; dopo anni di tassi ultra-bassi e di massicci acquisti di asset, però, non è chiaro di quale margine di intervento residuo possa ancora disporre la banca centrale giapponese, e quali potrebbero essere gli effetti collaterali. “La banca non esiterà ad adottare misure di easing aggiuntive, di fronte all’accresciuta possibilità che il momento verso il conseguimento dell’obiettivo di stabilità dei prezzi possa venir meno”, recita una nota diffusa dalla Boj nella giornata di oggi, riferendosi all’obiettivo ancora lontano di un tasso di inflazione prossimo al 2 per cento. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..